Menu

Perchè facciamo la raccolta differenziata se il camion poi butta tutto nello stesso cassone?

 

La fatidica domanda che fanno tutti!

Perchè dobbiamo fare la raccolta differenziata in maniera meticolosa, impegnando tempo e denaro quando poi vediamo con i nostri occhi che i camion che ritirano i rifiuti svuotano tutti i cassonetti insieme?

Sicuramente dare una risposta veloce ed esaustiva a questo non è facile, ma un motivo c’è.

La raccolta differenziata, può essere di due tipi (prevalentemente):

  1. Sistema di raccolta “Porta a Porta”, così detto “Obbligatorio”, ovvero il cittadino è obbligato a rispettare un calendario di raccolta, con dei giorni e degli orari e a conferire i rifiuti in maniera conforme;
  2. Sistema di raccolta da cassonetto Stradale (ormai obsoleto), così detto “Volontario”, ovvero il cittadino può recarsi quando vuole presso l’isola ecologica stradale (costituita dai cassonetti di diverso colore), e conferire liberamente nel cassonetto.

Accade che nell’ipotesi numero due, con il sistema di raccolta volontario, il senso civico delle persone, assolutamente non sviluppato in merito alla raccolta differenziata, porta il cittadino ad assumere comportamenti assolutamente scorretti, conferendo il rifiuto in maniera indifferenziata all’interno dei cassonetti.

Infatti “tutti” sanno che la maniera più efficace per passare ad un sistema di raccolta differenziata ad alta efficienza è il “porta a porta”, con il quale vi è l’obbligo di differenziare, pena una possibile multa che toccherebbe le tasche del singolo cittadino che non rispetta le regole imposte dal servizio.

Nel caso della raccolta da cassonetto è difficile essere “beccati” mentre si conferisce un rifiuto non conforme, quindi perchè impegnarsi a fare la raccolta differenziata quando si può buttare tutto insieme nel cassonetto?

L’azienda che per conto del Comune effettua la raccolta dei rifiuti passa a ritirare ogni giorno un rifiuto differente , quindi c’è un camion per la carta, uno per la plastica, uno per l’umido etc..

Ma allora perchè ci è capitato di vedere un camion che ritirava il cassonetto della carta e quello della plastica e quello del vetro tutti insieme???

Semplice perchè il camion che ritira la carta (ad esempio) quando passa ad effettuare la raccolta, l’operatore ecologico deve, aprendo il cassonetto, verificare se all’interno, oltre alla carta e al cartone, vi sono una quantità troppo elevata di buste di rifiuto indifferenziato. Se questo accade, quel cassonetto viene valutato “NON CONFORME” e dunque non viene svuotato, in quanto inficierebbe la qualità di tutta la carta e il cartone già raccolti e differenziati in maniera conforme e contenuti nel camion.

Di seguito viene mestrato l’esempio di un cassonetto adibito alla raccolta della “carta e cartone”, durante il servizio di raccolta, questo è quello che l’operatore ha trovato:

  • Buste di rifiuto indifferenziato;
  • Cassette di plastica;
  • Barattoli in latta
  • etc.

Come si nota chiaramente dalla fotografia vi è tutto a esclusione della “Carta e del Cartone”.

Quando accade questo, l’operatore prende nota della via e numero civico nel quale si trova il cassonetto e avvisa il “capo cantiere” che il cassonetto non è stato svuotato perchè non conforme. Il camion non può ritirare un rifiuto non conforme, ovvero con meno del 6% di impurità, in quanto una volta arrivato alla piattaforma di riciclo della carta, se il rifiuto non è conforme non viene accettato dall’impianto stesso. A questo punto, non potendo effettuare una cernita manuale, il cassonetto viene svuotato quando il camion dell’indifferenziato passa in quell’isola ecologica stradale. Se uno di noi in quel momento passa davanti all’isola ecologica vedrà l’operatore che svuota   il cassonetto dell’indifferenziato e anche quello della carta e cartone “NON CONFORME” nello stesso camion. A questo punto la fiducia di quel cittadino nei confronti della raccolta differenziata precipita clamorosamente. In un futuro immediato quello stesso cittadino, non farà la raccolta differenziata, anzi contribuirà a fare disinformazione con coloro che invece la fanno.

Dunque ricapitolando:

  • il cittadino nel sistema con il cassonetto conferisce in maniera non conforme (prevalentemente)
  • l’operatore non può ritirare un rifiuto non conforme
  • il camion dell’indifferenziato ritira i rifiuti valorizzabili non conformi e l’indifferenziato tutti insieme
  • il cittadino vede questo e, incurante della logica che può esserci dietro questo comportamento, è portato a pensare che fare la raccolta differenziata sia una cosa inutile

Conseguenza: tutti pensano che fare la raccolta differenziata non serve a niente.

NON E’ VERO!!!

Addirittura vi sono comportamenti stranissimi legati alla raccolta differenziata. Pensiamo a quei cittadini che pur di non differenziare si recano durante la notte presso i cassonetti e buttano tutte le buste in terra!!!

 

Buttare tutto insieme non conviene a nessuno, nè al Comune nè all’Azienda che effettua il servizio, in quanto:

  • Se la percentuale di differenziazione è bassa, la Regione Sardegna applica le Penali, se invece la percentuale è alta (maggiore del 65% per il 2012) il Comune prende una Premialità – Clicca qui per saperne di più sui sistemi incentivanti della Regione Sardegna
  • I Consorzi di filiera danno i contributi per la raccolta degli imballaggi, Carta e Cartone, Plastica, Vetro e Alluminio, se il materiale non è differenziato bene questi contributi non vengono erogati – Clicca Qui per saperne di più sui Consorzi di Filiera
  • Se il rifiuto non viene differenziato bene aumentano i costi del servizio, sia per effettuare la raccolta sia per conferire i rifiuti a smaltimento, quindi oneri maggiori per il Comune e per l’Azienda e di conseguenza per i cittadini

Insomma quello che dobbiamo capire NOI cittadini è che tutto parte da NOI. Siamo noi i protagonisti!!!

Purtroppo le dinamiche psicologiche del cittadino sono difficili da capire, ad esempio nonostante sia offerto un servizio al cittadino di ritiro a domicilio dei RAEE e degli ingombranti, si verificano situazioni di questo tipo:

 

Nelle zone più belle della Sardegna in posti incontaminati un cittadino “incivile” passa e abbandona un rifiuto (ad esempio un materasso), non si capisce perchè tutti quelli che passano successivamente anzichè indignarsi e fare una segnalazione, si sentono magicamente autorizzati a buttare anche loro un rifiuto, in una catena invirtuosa e scandalosa che porta a tutto questo, discariche panoramiche vista mare!!!

Ecco perchè l’unico sistema veramente efficace per avere dei risultati ottimali con la raccolta differenziata è fare il Porta a Porta.

L’argomento non è dei più facili e sicuramente molti di Voi avranno mille altre domande da fare, non esitate a farlo, utilizzate il modulo CONTATTACI.

Se Vuoi saperne di più sulla Raccolta differenziata:

SardegnaRifiuti inoltre al fine di informare e di far conoscere questo mondo ai cittadini sta andando a visitare gli impianti di Smaltimento e Riciclo al fine di mostrare che  la fatica  e l’impegno dei cittadini per fare la raccolta differenziata, porta a qualcosa.

Potrai trovare tutti gli articoli correlati nella sezione IMPANTI.

Inoltre al fine di incentivare l’utilizzo degli ECOCENTRI Sardegna Rifiuti ha istituito la GUIDA ECOCENTRI.

 

TORNA ALLA HOME